martedì 17 novembre 2009

Mostra fotografica di Raffaele Gallo - Il Terzo Cielo

A cura di Cristina Marinelli

Spazio Terra, 19 novembre - 4 dicembre 2009

Vernissage: giovedì 19 novembre, ore 18.30
Perugia, Spazio Terra, Piazza del Melo (traversa di Via Pinturicchio)
Orari di apertura: dal lunedì al venerdì: 10.00-13.30; lunedì e mercoledì: 15.30-17.00
ingresso gratuito

Con questa mostra viene presentato un reportage realizzato nel 2007 in una delle aree più popolate e povere di Lima, il Cono Sur: un’immensa distesa di luci e capanne di lamiera, legno e cartone, addossate le une alle altre. Le periferie della metropoli peruviana sono cresciute a dismisura negli ultimi decenni a causa dell’immigrazione proveniente dal resto del Paese. L’altissimo livello di disoccupazione che ne è conseguito ha portato con sé un forte incremento della povertà nei ceti bassi, origine della grande diffusione della prostituzione a Lima.
Raffaele Gallo ci offre uno sguardo attento e quasi sospeso su una condizione di emarginazione, che è economica, sociale e sessuale. Queste foto si fanno racconto delle vite difficili e al margine di un gruppo di giovanissimi travestiti, che quotidianamente vendono il proprio corpo per pochi soles, tutti di Villa El Salvador, uno dei distretti del Cono Sur. Questi ragazzi sono però legati ad un luogo particolare: “La casa del talento”, un teatro che è un punto di aggregazione e di ricreazione, che restituisce loro speranza e dignità.
La mostra è accompagnata dal motion The third sky prodotto da Mandeep Photography and beyond.

Raffaele Gallo nasce a Nocera Inferiore (SA) nel 1980. Vive e lavora a Roma. Fa parte del collettivo Kairos Factory. www.kairosfactory.com
www.mandeep.it


La mostra si inserisce all’interno della rassegna di cinema antropologico Contro-Sguardi, promossa e organizzata dalla Sezione Antropologica del Dipartimento Uomo e Territorio e dalla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Perugia, dall’associazione culturale Macadam, dall’Informagiovani di Perugia. La manifestazione è gemellata con il Festival do film etnografico do Recife.


Info:
controsguardi.blogspot.com
cantiereetnografico@gmail.com

Spazio Terra: 075.5772496
informagiovani@comune.perugia.it
www.comune.perugia.it/informagiovani

Ufficio stampa: Sandra Blasioli
sandra.blasioli@gmail.com

Mostra fotografica di Bruno Chiaravalloti - SAHARAWI

BRUNO CHIARAVALLOTI

SAHARAWI

A cura di Cristina Marinelli

Macadam, 14 - 29 novembre 2009


Vernissage: sabato 14 novembre, ore 18.00

Perugia, Macadam, via del Cortone 19

Orari di apertura: giovedì e venerdì: 18.30-21.00; sabato e domenica: 18.00-23.00; ingresso gratuito

La popolazione Saharawi da quasi trent’anni vive separata da un muro fortificato, che corre per oltre 2000 km nel deserto: da una parte sta chi è rimasto nel Sahara Occidentale occupato dal Marocco, dall'altra chi è fuggito in Algeria nei campi profughi. L'esilio, la guerra, il passaggio dal nomadismo alla liminale sedentarietà dei campi, da un'organizzazione tribale alla costruzione di uno stato moderno, hanno determinato una rivoluzione sociale che sta mutando i paradigmi identitari di ogni singolo individuo e dell’intera collettività.

Bruno Chiaravalloti ci presenta, attraverso quattro diverse serie fotografiche, frutto di vari viaggi intrapresi per motivi di ricerca tra il 1998 e il 2001, uno sguardo altro e lontano dagli stereotipi su questa realtà, a molti sconosciuta.

Un reportage articolato nel quale, accanto ad una straordinaria sequenza di ritratti, troviamo immagini, ad un tempo crude e poetiche, dove i segni della guerra sono ben visibili ed altre ancora in cui il fotografo blocca nell’istante di uno scatto la nuova quotidianità di un popolo in continua ridefinizione. A chiusura della mostra si pone una traduzione iconica delle suggestioni suscitate dall’incontro con i Saharawi e dalla coscienza della propria presenza perturbante in quella realtà da parte di Chiaravalloti stesso.

Bruno Chiaravalloti nasce a Roma nel 1973, laureato in Antropologia visuale presso l’Università di Perugia, vive a Milano e lavora come filmmaker. www.udigrudi.it

La mostra si inserisce all’interno della rassegna di cinema antropologico Contro-Sguardi, promossa e organizzata dalla sezione antropologica del Dipartimento Uomo e Territorio e dalla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Perugia, dall’associazione culturale Macadam, dall’Informagiovani di Perugia. La manifestazione è gemellata con il Festival do film etnografico do Recife.


Info:

controsguardi.blogspot.com

cantiereetnografico@gmail.com

Ufficio stampa: Sandra Blasioli

sandra.blasioli@gmail.com